Alberto Albani Barbieri - Wikiwand
For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Alberto Albani Barbieri.

Alberto Albani Barbieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questa voce o sezione sull'argomento sceneggiatori italiani non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. Puoi migliorare questa voce aggiungendo citazioni da fonti attendibili secondo le linee guida sull'uso delle fonti.

Alberto Albani Barbieri (Ancona, 22 maggio 1907Ancona, 21 marzo 1984) è stato uno sceneggiatore, giornalista e critico cinematografico italiano.

Biografia

Dopo essersi laureato in giurisprudenza, lavorò nel cinema italiano come critico cinematografico del giornale romano La Tribuna dal 1928 al 1939, fu addetto al reparto soggetti per la Cines e quindi al Monopolio per i film esteri. Collaborò anche con altri giornali e periodici, tra i quali Fotogrammi. Nel 1940 esordì come sceneggiatore e dialoghista del film Incanto di mezzanotte di Mario Baffico e nel dopoguerra scrisse una dozzina di film, sia a soggetto che documentari (Il cimitero degli elefanti, Paese con l'asterisco, Interludio di mezza stagione), collaborando in alcuni di essi anche come aiuto regista, soprattutto con Mario Costa e Roberto Savarese, ma anche con Biancoli, Boccia e Bennati. Fu inoltre dirigente dell'E.N.I.C. e della Dear Film. Apparve anche come attore in due pellicole dirette da Vittorio De Sica (Umberto D. e Il giudizio universale), in ruoli minori. Dopo il 1961 abbandonò l'attività cinematografica.

Filmografia

Sceneggiatore

Portale Biografie Portale Cinema
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
Alberto Albani Barbieri
Listen to this article