Berretti verdi (film) - Wikiwand
For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Berretti verdi (film).

Berretti verdi (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Berretti verdi
John Wayne e George Takei in una scena del film
Titolo originaleThe Green Berets
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1968
Durata141 min
Genereguerra
RegiaJohn Wayne, Ray Kellogg, John Gaddis
SoggettoRobin Moore
SceneggiaturaJohn Wayne, Ray Kellogg
ProduttoreMichael Wayne, John Wayne
FotografiaWinton C. Hoch
MontaggioOtho Lovering
MusicheMiklós Rózsa
Interpreti e personaggi
  • John Wayne: Col. Michael "Mike" Kirby
  • David Janssen: George Beckworth
  • Jim Hutton: sergente Petersen
  • Aldo Ray: sergente maggiore Muldoon
  • George Takei: capitano Nim
  • Luke Askew: sergente Albert C. Provo
  • Mike Henry: sergente Kowalski
  • Bruce Cabot: colonnello Morgan
  • Raymond St. Jacques: Doc McGee
  • Jack Soo: colonnello Cai
  • Patrick Wayne: tenente Jamison
  • Irene Tsu: Lin
  • Edward Faulkner: capitano MacDaniel
  • Jason Evers: capitano Coleman
  • Craig Jue: Hamchunk
Doppiatori italiani

Berretti verdi (The Green Berets) è un film di guerra del 1968, ambientato durante la guerra in Vietnam, diretto, interpretato e prodotto da John Wayne, una delle più famose star di Hollywood di schieramento repubblicano.[1][2]

Trama

Due reparti delle American Special Forces (i famosi Berretti Verdi) partono, dopo un duro addestramento, per il Vietnam per combattere i vietcong. Qui si sviluppano le problematiche di una guerra non convenzionale (forse la prima studiata dagli analisti) nella quale il nemico utilizzava i civili come scudi e si infiltrava all'interno dell'esercito sud vietnamita.

Produzione

Tratto da un romanzo di Robin Moore, il film è stato girato in Georgia.

Un soldato sud vietnamita viene interpretato dall'attore caratterista nippo-americano George Takei, già noto interprete della serie cult Star Trek, mentre al montaggio vennero eliminate le scene che vedevano in un breve ruolo l'allora ventottenne Chuck Norris.

Il film termina con un errore: una romantica inquadratura del tramonto sul Mar della Cina, che in realtà si trova ad est del Vietnam.

Controversie e critiche

Il film, ambientato durante la guerra del Vietnam, fu accusato all'epoca di essere guerrafondaio e reazionario, tanto che quando nel 1968 uscì nelle sale furono organizzati da parte dei militanti di sinistra parecchi picchetti davanti ai vari cinema per impedirne la visione.[3] John Carpenter, ironizzando sul film disse: "è il mio film preferito, solo Chaplin faceva film comici migliori".

Il film è stato accusato di aver glorificato la guerra del Vietnam e nel 2005 l'influente critico cinematografico Roger Ebert lo ha elencato nella sua lista dei film più odiati, la Roger Ebert's Most Hated, per essere un film dalla mano pesante e dalla visione marcatamente all'antica.[4] Nella versione italiana furono volutamente tagliate le scene in cui si dimostrava che la guerra non era solo tra Vietnamiti, con l'ingerenza degli Usa, ma che anche cinesi e sovietici appoggiavano e partecipavano alle operazioni belliche e che anche i Viet Cong si resero responsabili di crimini di guerra.

Citazioni

Berretti Verdi viene ironicamente narrato nel libro The Short-Timers, dal quale è stato tratto il film bellico Full Metal Jacket (1987) di Stanley Kubrick. La proiezione per i militari in servizio in Vietnam anche lì accese discussioni, tra combattenti e non, i primi consapevoli dell'inverosimiglianza del film, i secondi entusiasti.

Note

  1. ^ Dowell, Pat. - "John Wayne, Man and Myth". - The Washington Post. - 25 settembre 1995.
  2. ^ Judis, John. - "Kevin Phillips, Ex-Populist: Elite Model". - The New Republic. 22 maggio 2006.
  3. ^ È successo un '68. Giunti Editore Firenze Italy, 2000, ISBN 8844013215. Pag. 49.
  4. ^ The Green Berets, recensione di Roger Ebert rogerebert.com
Portale Cinema Portale Vietnam
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
Berretti verdi (film)
Listen to this article