For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Come rubai mia moglie.

Come rubai mia moglie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Come rubai mia moglie
Titolo originaleThe Girl Said No
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1930
Durata91 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,20 : 1
Generecommedia, sentimentale
RegiaSam Wood
SoggettoA. P. Younger
SceneggiaturaSarah Y. Mason

Charles MacArthur (dialoghi)

ProduttoreSam Wood (non accreditato)
Casa di produzioneA Sam Wood Production per Metro-Goldwyn-Mayer
FotografiaIra H. Morgan
MontaggioFrank Sullivan

George Boemler e Truman K. Wood (non accreditati)

ScenografiaCedric Gibbons
CostumiDavid Cox (non accreditato)
Interpreti e personaggi

Come rubai mia moglie (The Girl Said No) è un film del 1930 diretto da Sam Wood. È una commedia romantica che ha come protagonisti William Haines e Leila Hyams. La pellicola ebbe un discreto successo al botteghino, aiutando a lanciare sulla ribalta l'astro di Haines.

La locandina del film è stata disegnata dal celebre illustratore John Held Jr., collaboratore di numerose riviste degli anni venti.

Trama

Tom Ward, giovane sfaccendato, è di ritorno dal college e cerca lavoro: sfacciato, lavativo e donnaiolo, lo trova alla fine in una società, la "Sutton & Co.", dov'è segretaria la giovane e bella Mary Howe. La ragazza resiste all'asfissiante corte del giovane Ward che tuttavia non intende arrendersi. Dopo la morte del padre, il giovane si ravvede e, per dare una mano in famiglia, diventa un onesto lavoratore. Il suo nuovo atteggiamento, dopo una lunga ed assidua corte, convince alla fine anche l'onesta Mary. Tom, per convincerla meglio, dovrà addirittura rapirla, portandola via a un rivale, McAndrews, che sta per sposare la ragazza.

Produzione

Il film fu prodotto dalla Sam Wood Production per la Metro-Goldwyn-Mayer (MGM). Venne girato negli studi della MGM al 10202 di W. Washington Blvd., a Culver City, in California[1]

Distribuzione

Distribuito dalla Metro-Goldwyn-Mayer (MGM), uscì nelle sale cinematografiche statunitensi il 15 marzo 1930.

Note

Bibliografia

  • (EN) John Douglas Eames, The MGM Story, Londra, Octopus Book Limited, 1975, ISBN 0-904230-14-7.
Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
Come rubai mia moglie
Listen to this article

This browser is not supported by Wikiwand :(
Wikiwand requires a browser with modern capabilities in order to provide you with the best reading experience.
Please download and use one of the following browsers:

This article was just edited, click to reload
This article has been deleted on Wikipedia (Why?)

Back to homepage

Please click Add in the dialog above
Please click Allow in the top-left corner,
then click Install Now in the dialog
Please click Open in the download dialog,
then click Install
Please click the "Downloads" icon in the Safari toolbar, open the first download in the list,
then click Install
{{::$root.activation.text}}

Install Wikiwand

Install on Chrome Install on Firefox
Don't forget to rate us

Tell your friends about Wikiwand!

Gmail Facebook Twitter Link

Enjoying Wikiwand?

Tell your friends and spread the love:
Share on Gmail Share on Facebook Share on Twitter Share on Buffer

Our magic isn't perfect

You can help our automatic cover photo selection by reporting an unsuitable photo.

This photo is visually disturbing This photo is not a good choice

Thank you for helping!


Your input will affect cover photo selection, along with input from other users.