Don Chisciotte della Mancia (film 1947) - Wikiwand
For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Don Chisciotte della Mancia (film 1947).

Don Chisciotte della Mancia (film 1947)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questa voce sugli argomenti film commedia e film drammatici è solo un abbozzo. Contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia. Segui i suggerimenti del progetto di riferimento.
Don Chisciotte della Mancia
titolo di testa
Titolo originaleDon Quijote de la Mancha
Lingua originalespagnolo
Paese di produzioneSpagna
Anno1947
Durata137 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,37 : 1
Generecommedia, drammatico
RegiaRafael Gil
SoggettoMiguel de Cervantes y Saavedra (romanzo)
SceneggiaturaRafael Gil
ProduttoreJuan Manuel de Rada
Casa di produzioneCompañía Industrial Film Español S.A.
FotografiaAlfredo Fraile
MontaggioJuan Serra
MusicheErnesto Halffter
ScenografiaEnrique Alarcón, Eduardo Torre de la Fuente
CostumiManuel Comba, Humberto Cornejo, Eduardo Torre de la Fuente
TruccoFrancisco Puyol
Interpreti e personaggi
  • Rafael Rivelles: Don Chisciotte
  • Juan Calvo: Sancho Panza
  • Fernando Rey: Sansón Carrasco
  • Manolo Morán: Barber
  • Sara Montiel: Antonia
  • Juan Espantaleón: Prete
  • María Asquerino: Luscinda (con il nome Maruja Asquerino)
  • Carmen de Lucio: Tolosa
  • Guillermina Grin: duchessa
  • Eduardo Fajardo: Don Fernando
  • Julia Lajos: moglie del locandiere
  • Félix Fernández: Second Innkeeper
  • Julia Caba Alba: Ama (Housekeeper)
  • José Prada:
  • Arturo Marín: maggiordomo di Doña Florida
  • Manuel Requena: primo oste
  • Guillermo Marín: duca
  • Nani Fernández: Dorotea
  • José María Seoane: Cardenio
  • Mariano Alcón: Segundo Insulano (Second Islander)
  • Fernando Aguirre: Tomé Cecial (non accreditato)
  • Antonio Almorós: Merlín (non accreditato)
  • Matilde Artero: Doña Rodríguez (non accreditato)
  • Francisco Bernal: contadino (non accreditato)
  • Matilde Conesa: figlia della locandiera (non accreditato)
  • Mary Cruz: Maritornes (non accreditato)
  • José Cuenca: mercante (non accreditato)
  • Ángel de Andrés: primo cavaliere (non accreditato)
  • Rafael Durán: (voce) (non accreditato)
  • Alfredo Fraile: Primer Fraile (First Friar) (non accreditato)
  • Enrique Herreros: Doctor Pedro Recio (non accreditato)
  • Casimiro Hurtado: secondo barbiere (non accreditato)
  • Agustín Laguilhoat: Alquife (non accreditato)
  • Milagros Leal: La Molinera (non accreditato)
  • Cándida Losada: donna (non accreditato)
  • Francisco Rabal: (non accreditato)
  • Antonio Riquelme: guardiano di porci (non accreditato)
  • Luis Rivera: Galeote (non accreditato)
  • Santiago Rivero: Segundo Cuadrillero (non accreditato)
  • Rafael Romero Marchent: lacchè (non accreditato)
  • Conrado San Martín: secondo cavaliere (non accreditato)
  • Manuel San Román: primo custode (First Guard) (non accreditato)
  • Emilio Santiago: Pedro Alonso (non accreditato)
  • José Santoncha: Galeote (non accreditato)
  • Juan Vázquez: Sastre (non accreditato)
  • Ángel Álvarez: secondo frate (non accreditato)

Don Chisciotte della Mancia (Don Quijote de la Mancha) è un film del 1947, diretto da Rafael Gil.

Trama

Il film è una delle prime trasposizioni cinematografiche abbastanza fedeli al romanzo di Cervantes. Un uomo di campagna attempato, Alonso Quixote, inizia a leggere molti libri riguardanti le imprese di cavalieri contro giganti, mostri e prepotenti, e di belle fanciulle, divenendo preso pazzo, e credendo di vivere quei bei tempi cantati nei poemi. Decide dunque di chiamarsi Don Chisciotte cavaliere della Mancha, di partire col cavallo macilento Ronzinante all'avventura, alla ricerca di imprese di gloria, e di portarsi un servitore, il contadino della masseria Sancio Panza, promettendogli onori, titoli e un'isola. Decide anche di compiere le sue azioni gloriose per la sua amata, la misteriosa Dulcinea del Toboso, tuttavia le sue imprese spesso si rivolveranno in fallimenti tragicomici, poiché Don Chisciotte non riconosce il vero dal falso, a causa delle allucinazioni che gli hanno prodotto i suoi libri, e il mondo reale spagnolo, non è più quello immaginario dei suoi racconti.

Dopo una serie di avventure, avendo constatato anche che la sua amata Dulcinea non è altro che una rozza contadina, Don Chisciotte torna nella sua casa, si ammala per gli acciacchi subiti nei suoi fallimenti erranti, si ravvede, e muore in pace.

Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
Don Chisciotte della Mancia (film 1947)
Listen to this article