Gian Domenico Giagni - Wikiwand
For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Gian Domenico Giagni.

Gian Domenico Giagni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gian Domenico Giagni
Gian Domenico Giagni

Gian Domenico Giagni (Potenza, 8 luglio 1922Roma, 9 marzo 1975) è stato un poeta, sceneggiatore, regista e giornalista italiano.

Biografia

Gian Domenico Giagni nasce a Potenza nel 1922, secondo di sei fratelli, figlio di un vinaio. Si trasferisce a Roma nel 1944 per frequentare la facoltà di architettura. Pubblica le prime poesie immediatamente dopo per importanti riviste La Fiera Letteraria e Botteghe Oscure grazie all'aiuto di Ungaretti, Sinisgalli e Bertolucci. Con il poeta Leonardo Sinisgalli ed il regista Franco Rossi tra il 1949 ed il 1951 realizza un programma radiofonico di letteratura e poesia che ebbe un grande successo: Il teatro dell'usignolo.

La sua attività radiofonica come sceneggiatore, adattatore e regista continuerà per tutta la vita con testi interpretati dai grandi "mostri sacri" del teatro e della radio dell'epoca: da Gassman a Manfredi, da Buazzelli a Sbragia, da Ubaldo Lay ad Alberto Lupo, da Tofano a Romolo Valli, ad Evi Maltagliati a Lilla Brignone, Ottavia Piccolo, Regina Bianchi a tanti altri.

Per il teatro ha curato la regia de Il bell'indifferente di Jean Cocteau interpretato da Lilla Brignone e realizzato per il Piccolo Teatro di Milano e la regia di un testo di Titina De Filippo, Virata di bordo, interpretato da Nino Taranto. Diventa insieme a Giancarlo Sbragia direttore artistico degli Attori Associati, una compagnia di cui fanno parte, oltre che a Sbragia, Gianmaria Volontè, Enrico Maria Salerno, Valeria Valeri, Riccardo Cucciolla, Ivo Garrani, Sergio Fantoni. Scrive per quella compagnia anche un testo insieme a Sbragia Quarta Era sulla costruzione della prima bomba atomica a Los Alamos.

Per il cinema scrive film come La domenica della buona gente (1954) con Manfredi e Sophia Loren, tratto dal suo radiodramma scritto insieme a Vasco Pratolini per la radio nel 1952, per la regia di Anton Giulio Majano, Amici per la pelle (1955) e Smog (1961) entrambi per la regia di Franco Rossi, Italiani brava gente (1966) di Giuseppe De Santis.

Per la televisione dirige svariati testi di prosa tra i quali: La felicità domestica (1966) con Massimo Girotti; Karlov e le figlie da Turgenev con Buazzelli, Maltagliati, Luca Ronconi; Fermenti di O' Neill con Franco Parenti; Casa di bambola di Ibsen con Renato De Carmine e Giulia Lazzarini; Prima, durante e dopo la partita (1972) con Anita Laurenzi e Glauco Onorato; Il dono da Palazzeschi con Mario Scaccia (1973) .

Propone all'editore Ugo Guanda la prima edizione italiana delle poesie di Jacques Prévert (1961) di cui cura la prima traduzione italiana. Muore a Roma nel 1975 a 52 anni. È uscito postumo un volume di sue poesie Il confine, pubblicato nel 1976, a cura di Carlo Bernari e Vasco Pratolini.

Prosa radiofonica Rai

  • Chi canta, Emma o mia madre?, di Gian Domenico Giagni, regia di Guglielmo Morandi, 16 luglio 1948.
  • Corpo 6, di Gian Domenico Giagni, regia di Guglielmo Morandi, 4 giugno 1949.
  • La notte di Bertil, di Gian Domenico Giagni, regia di Franco Rossi, 27 luglio 1950.
  • La domenica della buona gente, di Gian Domenico Giagni e Vasco Pratolini, 1952.
  • Felicita Colombo, di Giuseppe Adami, regia di Gian Domenico Giagni, 9 giugno 1955.
  • Incontri in una stazione di provincia, radiodramma di Paolo Levi, regia di Gian Domenico Giagni, trasmessa il 11 giugno 1959.

Filmografia

Sceneggiatura

Cinema

Televisione

Regia

Opere

Controllo di autoritàVIAF (EN77124766 · ISNI (EN0000 0000 5199 9126 · SBN IT\ICCU\RAVV\029933 · LCCN (ENnr95021702 · GND (DE119408376 · BNF (FRcb17113313d (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nr95021702
Portale Biografie Portale Cinema Portale Letteratura Portale Teatro
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
Gian Domenico Giagni
Listen to this article