For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Giovanni Grazioli.

Giovanni Grazioli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giovanni Grazioli
Nazionalità
Italia
 
Italia
Altezza 172 cm
Peso 60 kg
Atletica leggera
Athletics pictogram.svg
Specialità Velocità
Società Fiamme Gialle
Record
60 m 6"68[1] (1983)
100 m 10"41 (1979)
200 m 20"7[2] (1979)
Carriera
Nazionale
1976-1983
Italia
 Italia
24[3]
Palmarès
Giochi del Mediterraneo 1 0 0
Universiade 1 0 0
Gymnasiadi 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 27 febbraio 2011

Giovanni Grazioli (Robbio, 9 marzo 1959) è un ex velocista italiano.

Biografia

Nativo di Robbio, in provincia di Pavia,[3] Grazioli fu capace di una brillante carriera a livello giovanile che lo portò a vincere le Gymnasiadi nel 1976 e a stabilire alcuni record allievi ed juniores. Con 10"49 detenne il record italiano allievi, stabilito ad Orléans il 26 giugno 1976, in seguito battuto da Filippo Tortu nel 2015.[4].

Sempre nel 1976 partecipa ai Campionati italiani assoluti e anche se ancora diciassettenne riesce a piazzarsi 5º, posizione valida per un posto da riserva nella staffetta 4×100 m delle successive Olimpiadi a Montréal, ma dove tuttavia non sarà convocato data la giovane età.

Nel 1977 partecipa ai Campionati europei juniores dove ottiene un 4º posto in 10"56. Nel 1979 diventa un atleta professionista entrando a far parte del centro sportivo delle Fiamme Gialle.

Con la staffetta 4×100 metri italiana fu medaglia d'oro ai Giochi del Mediterraneo di Spalato 1979 ed alle Universiadi di Città del Messico 1979, in quest'ultima circostanza stabilendo anche il record europeo in 38"42, in questa manifestazione corse anche in gara individuale portando il personale a 10"38 (in altitudine).

Specializzatosi nella velocità pura, ottenne i migliori risultati nelle gare indoor sui 60 metri piani, vincendo 2 titoli italiani nel 1982 in 6"71 e nel 1983 in 6"68 (record italiano eguagliato) e partecipando a quattro edizioni dei Campionati europei indoor del 1978 (dove ottenne un 5º posto in 6"76, dietro ad atleti del calibro di Nikolaj Kolesnikov, Petar Petrov, Aleksandr Aksinin e Marian Woronin), 1979, 1982 e 1983.[5]

Dopo diversi infortuni tra il 1984 e il 1985 decide di ritirarsi alla giovane età di 26 anni.

Oggi insegnante di educazione fisica[6] ed allenatore di giovani talenti.[7][8]

Record nazionali

Ragazzi

  • 80 metri piani: 9"0 (Pescara, 27 ottobre 1974)

Allievi

Assoluti

  • 60 metri indoor: 6"68
  • 100 metri piani: 10"26 (
    Messico
    Città del Messico, 4 settembre 1979) (in altitudine)
  • 100 metri piani: 10"41 (
    Italia
    1982)
  • 200 metri piani: 20"7 (
    Italia
    1979) (tempo manuale)
  • 200 metri piani: 21"16 (
    Italia
    1979)

Palmarès

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
1974 Giochi della Gioventù Roma 80 metri Oro 9"2
1976 Gymnasiadi
Francia
Orléans
100 metri
Oro
 Oro
10"49
Miglior prestazione nazionale under 18
1977 Europei juniores
Unione Sovietica
Donec'k
100 metri 10"56
1978 Europei indoor
Italia
Milano
60 metri 6"76
1979 Europei indoor
Austria
Vienna
60 metri
1979 Universiade
Messico
Città del Messico
4×100 metri
Oro
 Oro
38"42
Record europeo
Giochi del Mediterraneo
Jugoslavia
Spalato
4×100 metri
Oro
 Oro
39"27[9].
1982 Europei indoor
Italia
Milano
60 metri
1983 Europei indoor
Ungheria
Budapest
60 metri

Campionati nazionali

1982

  • Oro
     Oro ai Campionati italiani assoluti indoor, 60 metri - 6"71

1983

  • Oro
     Oro ai Campionati italiani assoluti indoor, 60 metri - 6"68
    Miglior prestazione personale

Note

  1. ^ Pag.651 dell'Annuario dell'atletica 2009 - FIDAL.
  2. ^ Italia All Time list 100 metri, su google.it, runners.it, 31 dicembre 2008.
  3. ^ a b Pag.174 dell'Annuario dell'atletica 2009 - FIDAL.
  4. ^ Primati e migliori prestazioni italiane (PDF), su fidal.it, 6 settembre 2011. URL consultato il 22 dicembre 2011.
  5. ^ Statistiche sui 60 maschili italiani agli Europei Indoor, su web-atletica.blogspot.com, 31 gennaio 2011 (archiviato dall'url originale il 15 agosto 2014).
  6. ^ Pietro Mennea: un record come scuola di vita, su noivelocisti.net. URL consultato il 27 febbraio 2011 (archiviato dall'url originale il 2 gennaio 2011).
  7. ^ Raul Leoni, Allievi a Cesenatico, Vallortigara sale ancora, FIDAL.it, 7 ottobre 2007. URL consultato il 22 dicembre 2011.
  8. ^ Giovani velocisti crescono[collegamento interrotto], noivelocisti.net.
  9. ^ Statistiche Nazionale maschile italiana ai Giochi del Mediterraneo Archiviato il 20 luglio 2012 in Internet Archive.
  10. ^ (EN) Italian Indoor Championships, su gbrathletics.com. URL consultato il 19 ottobre 2011.

Voci correlate

  • (ENESITFRNL) Giovanni Grazioli, su the-sports.org, Info Média Conseil Inc. Modifica su Wikidata
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
Giovanni Grazioli
Listen to this article

This browser is not supported by Wikiwand :(
Wikiwand requires a browser with modern capabilities in order to provide you with the best reading experience.
Please download and use one of the following browsers:

This article was just edited, click to reload
This article has been deleted on Wikipedia (Why?)

Back to homepage

Please click Add in the dialog above
Please click Allow in the top-left corner,
then click Install Now in the dialog
Please click Open in the download dialog,
then click Install
Please click the "Downloads" icon in the Safari toolbar, open the first download in the list,
then click Install
{{::$root.activation.text}}

Install Wikiwand

Install on Chrome Install on Firefox
Don't forget to rate us

Tell your friends about Wikiwand!

Gmail Facebook Twitter Link

Enjoying Wikiwand?

Tell your friends and spread the love:
Share on Gmail Share on Facebook Share on Twitter Share on Buffer

Our magic isn't perfect

You can help our automatic cover photo selection by reporting an unsuitable photo.

This photo is visually disturbing This photo is not a good choice

Thank you for helping!


Your input will affect cover photo selection, along with input from other users.