For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for L'idolo delle folle.

L'idolo delle folle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questa voce sull'argomento film biografici è solo un abbozzo. Contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia. Segui i suggerimenti del progetto di riferimento.
Questa voce sull'argomento film sullo sport è solo un abbozzo. Contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia.
L'idolo delle folle
L
Gary Cooper in una scena
Titolo originaleThe Pride of the Yankees
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1942
Durata127 min
Dati tecniciB/N
Generebiografico, sportivo
RegiaSam Wood
SoggettoPaul Gallico
SceneggiaturaJo Swerling, Herman J. Mankiewicz
FotografiaRudolph Maté
MontaggioDaniel Mandell
Effetti specialiJack Cosgrove
MusicheLeigh Harline
ScenografiaPerry Ferguson, Howard Bristol
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Doppiaggio originario:

Ridoppiaggio TV

L'idolo delle folle (The Pride of the Yankees) è un film del 1942 diretto da Sam Wood.

Trama

Si racconta la vita del noto giocatore di baseball Lou Gehrig, scomparso nel 1941 a causa della sclerosi laterale amiotrofica, malattia nota ora anche come Morbo di Gehrig.

Produzione

Cameo

Babe Ruth e Bill Dickey, compagni di squadra di Lou Gehrig nei New York Yankees, apparvero nel ruolo di se stessi.

Riconoscimenti

Premi Oscar 1943:

  • Miglior montaggio
  • Candidatura al miglior film
  • Candidatura come miglior attore protagonista a Gary Cooper
  • Candidatura come miglior attrice protagonista a Teresa Wright
  • Candidatura per la miglior sceneggiatura non originale

Una battuta del film ("Oggi, mi considero l'uomo più fortunato sulla faccia della terra", "Today, I consider myself the luckiest man on the face of the earth" in lingua originale) è stata inserita nel 2005 nella lista delle cento migliori citazioni cinematografiche di tutti i tempi stilata dall'American Film Institute, nella quale figura al 38º posto[1]. Il film compare inoltre al 22º posto della lista, sempre stilata dall'AFI, dei 100 film da applausi[2].

Note

  1. ^ (EN) American Film Institute, AFI's 100 YEARS...100 MOVIE QUOTES, su afi.com. URL consultato il 16 dicembre 2019.
  2. ^ (EN) 100 Most Inspiring American Movies, su filmsite.org. URL consultato il 16 dicembre 2019.

Altri progetti

{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
L'idolo delle folle
Listen to this article

This browser is not supported by Wikiwand :(
Wikiwand requires a browser with modern capabilities in order to provide you with the best reading experience.
Please download and use one of the following browsers:

This article was just edited, click to reload
This article has been deleted on Wikipedia (Why?)

Back to homepage

Please click Add in the dialog above
Please click Allow in the top-left corner,
then click Install Now in the dialog
Please click Open in the download dialog,
then click Install
Please click the "Downloads" icon in the Safari toolbar, open the first download in the list,
then click Install
{{::$root.activation.text}}

Install Wikiwand

Install on Chrome Install on Firefox
Don't forget to rate us

Tell your friends about Wikiwand!

Gmail Facebook Twitter Link

Enjoying Wikiwand?

Tell your friends and spread the love:
Share on Gmail Share on Facebook Share on Twitter Share on Buffer

Our magic isn't perfect

You can help our automatic cover photo selection by reporting an unsuitable photo.

This photo is visually disturbing This photo is not a good choice

Thank you for helping!


Your input will affect cover photo selection, along with input from other users.