Putiferio va alla guerra - Wikiwand
For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Putiferio va alla guerra.

Putiferio va alla guerra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questa voce sull'argomento film d'animazione è solo un abbozzo. Contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia. Segui i suggerimenti del progetto di riferimento.
Putiferio va alla guerra
Copertine dei volumi
Paese di produzioneItalia
Anno1968
Durata91 min
Genereanimazione
RegiaRoberto Gavioli
SoggettoMario Chiereghin
SceneggiaturaBruno Paolinelli
MontaggioVittorio Sedini
MusicheBeppe Moraschi
ScenografiaAdelchi Galloni
AnimatoriCarlo Peroni, Riccardo Denti, Giovanni Ferrari, Piero Veggetti

Putiferio va alla guerra è un film d'animazione italiano del 1968 dei fratelli Gino e Roberto Gavioli in collaborazione con Paolo Piffarerio. Il film è prodotto da Bruno Paolinelli e basato sul racconto "La guerriera nera" di Mario Chiereghin.

Trama

È la narrazione degli animali del bosco della storia di una tenace formichina col nome Putiferio e di una guerra senza quartiere fra formiche gialle e formiche rosse. Le più forti e bellicose formiche rosse (il cui formicaio viene raffigurato come costruito entro un elmetto nazista giacente al suolo) avranno presto la meglio, nonostante la coraggiosa avversaria Putiferio cerchi di organizzare una strenua resistenza. Una volta persa la guerra, Putiferio passa alla guerriglia, ma si imbatte nel bel comandante delle formiche rosse e tra i due nasce una tenera storia d'amore. Ben presto tutte le formiche, gialle o rosse che siano, dovranno scordarsi l'eterna rivalità per far fronte comune contro un terribile ed enorme nemico: un formichiere. Il film si conclude con una decisa morale pacifista e condanna delle guerre intercorse.

Fatti collegati

  • Il film è opera dello studio milanese Gamma Film che, al cumine delle sue attività, arrivò ad impiegare oltre 150 disegnatori. La Gamma Film in quel periodo realizzò anche i titoli di testa di alcuni film western e diversi spot d'animazione per Carosello. Altre produzioni dello studio furono La lunga calza verde (1961), Comitato italiano del Cotone (1965) e La ballata del West (1967).
  • La Edizioni Rizzoli di Milano ha pubblicato in edizione fuori commercio un adattamento del film in tre volumi, curato da Silverio Pisu, ciascuno corredato di disco 45 giri con musiche di Italo Romano. Le avventure di Putiferio sono suddivise così in tre episodi la cui realizzazione grafica è firmata Ermanno Samsa: primo episodio ‘La cattura’; secondo episodio ‘La fuga’ e terzo episodio ‘La più piccola guerra del mondo’.
  • Il lungometraggio fu trasmesso per la prima volta in televisione nel 1971[senza fonte] nella rubrica serale di Rai2 Mille e una sera, dedicata al cinema d'animazione d'autore.
  • La Cineteca Italiana di Milano ha restaurato il film in alta definizione (2K) rifacendo ex novo un nuovo negativo di conservazione. Durante il mese di marzo del 2020 la stessa Cineteca lo ha messo in libera visione in streaming sul proprio sito.
Portale Animazione Portale Cinema
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
Putiferio va alla guerra
Listen to this article