Roberta (film 1935) - Wikiwand
For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Roberta (film 1935).

Roberta (film 1935)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Roberta
Locandina con Irene Dunne e Randolph Scott
Titolo originaleRoberta
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1935
Durata105 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,37 : 1
Generemusicale
RegiaWilliam A. Seiter
Soggettodal lavoro teatrale Roberta di Jerome Kern, Otto A. Harbach tratto dal romanzo Gowns by Roberta di Alice Duer Miller
SceneggiaturaJane Murfin, Sam Mintz, Allan Scott

Glenn Tryon (dialogo addizionale)
Dorothy Yost (trattamento, non accreditata)

ProduttorePandro S. Berman

Zion Myers (associato)

Casa di produzioneRKO Radio Pictures
FotografiaEdward Cronjager
MusicheMax Steiner
ScenografiaVan Nest Polglase
CostumiBernard Newman
TruccoMel Berns (non accreditato)
Interpreti e personaggi
  • Irene Dunne: Stephanie
  • Fred Astaire: Huckleberry Haines
  • Ginger Rogers: contessa Scharwenka
  • Randolph Scott: John Kent
  • Helen Westley: Roberta / zia Minnie
  • Claire Dodd: Sophie Teale
  • Victor Varconi: principe Ladislaw
  • Luis Alberni: Alexander Petrovitch Moskovich Voyda
  • Ferdinand Munier: Lord Henry Delves
  • Torben Meyer: Albert
  • Adrian Rosley: Professore
  • Bodil Rosing: Fernande
  • Lucille Ball: modella
  • Hal Borne: Wabash Indianian (non accreditato)
  • Halbert Brown: Wabash Indianian (non accreditato)
  • Candy Candido: Trick-voiced Wabash Indianian (non accreditato)
  • William Carey: Wabash Indianian (non accreditato)
  • Virginia Carroll: modella (non accreditato)
  • Lynne Carver: modella (non accreditata)
  • Diane Cook: modella (non accreditato)
  • Phil Cuthbert: Wabash Indianian (non accreditato)
  • William B. Davidson: ufficiale della nave (non accreditato)
  • Delmon Davis: Wabash Indianian (non accreditato)
  • Lorraine DeSart: modella (non accreditato)
  • Ivan Dow: Wabash Indianian (non accreditato)
  • Betty Dumbries: modella (non accreditato)
  • William R. Dunn: Wabash Indianian (non accreditato)
  • Mary Forbes: Mrs. Teale (non accreditato)
  • William Frawley: Barista (non accreditato)
  • Rita Gould: Donna (non accreditato)
  • Jane Hamilton: Liane - modella (non accreditato)
  • Grace Hayle: Reporter (non accreditato)
  • Maxine Jennings: modella (non accreditato)
  • Howard Lally: Wabash Indianian (non accreditato)
  • Mike Lally: Bar Customer (non accreditato)
  • Lorna Low: modella (non accreditato)
  • Muzzy Marcellino: Wabash Indianian (non accreditato)
  • Margaret McChrystal: modella (non accreditato)
  • Paul McLarind: Wabash Indianian (non accreditato)
  • Marie Osborne: modella (non accreditato)
  • Wanda Perry: modella (non accreditato)
  • Donna Mae Roberts: modella (non accreditato)
  • Zena Savine: Donna (non accreditato)
  • Sam Savitsky: cosacco (non accreditato)
  • Charles Sharpe: Wabash Indianian (non accreditato)
  • Gene Sheldon: Banjo-Playing Wabash Indianian (non accreditato)
  • Kay Sutton: modella (non accreditato)
  • Mike Tellegen: cosacco (non accreditato)
  • Dale Van Sickel: cosacco (non accreditato)
  • Michael Visaroff: Cameriere (non accreditato)
  • Judith Vosselli: Donna (non accreditato)
Doppiatori italiani

Roberta è un film del 1935 diretto da William A. Seiter. Fu la terza volta che la coppia Astaire-Rogers apparve insieme sullo schermo.

Il film, una commedia musicale, si basa su Roberta, il musical omonimo del 1933 di Jerome Kern che, a sua volta, prendeva spunto da Gowns by Roberta, romanzo di Alice Duer Miller[1].
Grande successo di Broadway, il musical era andato in scena al New Amsterdam Theatre interpretato da Bob Hope, George Murphy, Fred MacMurray, Sydney Greenstreet ed Allan Jones, restando in cartellone, dal 18 novembre 1933 al 21 luglio 1934, per un totale di 295 recite[2].

Il film ottenne una candidatura all'Oscar 1936 per la miglior canzone originale, Lovely to Look at, musica di Jerome Kern testo di Dorothy Fields e Jimmy McHugh.

Nel 1952, la MGM comperò dalla RKO i diritti di Roberta per farne nel 1957 un remake a colori dal titolo italiano Modelle di lusso (titolo originale, Lovely to Look at), registi Mervyn LeRoy e, non accreditato, Vincente Minnelli[1].

Trama

John Kent, un giocatore di football, si reca a Parigi insieme all'amico Huck Haines e alla sua band musicale, gli Wabash Indianians. Ma l'uomo che li ha ingaggiati, Alexander Voyda, rifiuta di far suonare la band quando scopre che questa non è formata da indiani, come lui aveva erroneamente creduto fossero.
John, allora, si reca da sua zia Minnie, la sola persona a Parigi che conosca, proprietaria di Roberta, una casa di moda.

Helen Westley, Zia Minnie
Helen Westley, Zia Minnie

Lì, John incontra Stephanie, capo assistente di zia Minnie e, segretamente, autrice dei modelli della casa.
Anche Huck incontra una ragazza, la contessa Scharweknka, che in realtà lui conosce molto bene, essendo la sua vecchia fidanzatina Lizzie Gatz.
Zia Minnie muore improvvisamente senza lasciare un testamento e la casa di moda e il negozio passano in eredità a John. Non sapendo che pesci pigliare, visto che non capisce niente di sartoria e di moda, John chiede a Stephanie di diventare sua socia.
Una cosa che lo irrita, però, sono le attenzioni che Ladislao, un principe russo, riserva alla giovane donna alla quale sembra particolarmente interessato.
Intanto a Parigi arriva anche Sophie, l'ex fidanzata di John, che ritorna da lui per aver sentito della fortuna che gli è capitata. Ma Huck le gioca uno scherzo per metterla in cattiva luce presso l'amico: quando Sophie si reca al negozio e vuole scegliere uno degli abiti, Huck gliene consiglia uno che sa essere ritenuto da John come molto volgare. Infatti, quando Sophie gli si presenta con quel vestito, va a finire che i due litighino e si lascino definitivamente.
John rimprovera anche Stephanie per aver venduta all'altra quel brutto vestito e Stephanie si risente dell'atteggiamento dell'uomo. Sbatte la porta e se ne va.
Bisogna però preparare il programma di una sfilata: se ne prende carico Huck, senza grande successo. Per fortuna, Stephanie, preoccupata per il buon nome della casa, ritorna e firma i modelli che verranno presentati.
Lo show di Roberta è un trionfo, anche per la partecipazione della band, di Huck e della contessa.


John crede erroneamente che Stephanie e Ladislao si siano sposati. Fa allora alla ragazza le sue congratulazioni per essere diventata una principessa. Ma Stephanie gli rivela che Ladislao è suo cugino e che lei è principessa fin dalla nascita.
I due innamorati finalmente sono riuniti, mentre anche Huck e Lizzie decidono di sposarsi.

Produzione

Budget stimato di 610.000 dollari per questa produzione della RKO[3] la cui riprese durarono dal 26 novembre 1934 al 21 gennaio 1935[1]. In seguito, la rivista Liberty riportò in un articolo che per il film vennero spesi circa 750.000 dollari, due terzi per il pagamento dei ruoli principali, un terzo per i costi di produzione, inclusi gli abiti di Bernard Newman che costarono 250.000 dollari[1].

Le coreografie furono curate da Fred Astaire e Hermes Pan che, con Roberta, ottenne per la prima volta di avere il suo nome nei titoli di un film[1].

Distribuzione

Il copyright del film, richiesto dalla RKO Radio Pictures, Inc., fu registrato il 26 febbraio 1935 con il numero LP5363[1].

Il film, distribuito dalla RKO, fu un buon successo, guadagnando circa 750.000 dollari.[senza fonte]

Date di uscita

  • USA 8 marzo 1935
  • Francia 24 aprile 1935
  • Danimarca 21 ottobre 1935
  • Finlandia 26 gennaio 1936

Note

Bibliografia

  • (EN) Arlene Croce, The Fred Astaire & Ginger Rogers Book, Vitage Books, 1972 ISBN 0-394-72476-3
  • Patrick McGilligan Ginger Rogers - Storia illustrata del cinema, Milano Libri Edizioni, ottobre 1977 (versione italiana di Ginger Rogers, Pyramid Communications Inc., 1975)
  • (EN) Richard B. Jewell, Vernon Harbin: The RKO Story, Arlington House, 1982 Octopus Books Limited - ISBN 0-517-546566

Voci correlate

Altri progetti

Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
Roberta (film 1935)
Listen to this article