For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Serie A1 1983-1984 (pallacanestro femminile).

Serie A1 1983-1984 (pallacanestro femminile)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Serie A1 femminile FIP
1983-1984
Bata Roma 1983-84.jpg
La Bata Roma, semifinalista ai play-off.
Dettagli della competizione
Sport
Basketball pictogram.svg
Pallacanestro
OrganizzatoreLega Femminile Pallacanestro
Federazione
Italia
FIP
Periodo9 ottobre 1983 —
28 marzo 1984
Squadre16  (in 2 gironi)
Verdetti
CampioneVicenza
(8º titolo)
Retrocessioni
Flag of None.svg
Barletta
GEAS
Treviso
Cronologia della competizione
ed. successiva →     ← ed. precedente

Il campionato di Serie A1 di pallacanestro femminile 1983-1984 è stato il cinquantatreesimo organizzato in Italia.

Lo Zolu Vicenza ha vinto il suo ottavo titolo, terzo consecutivo, battendo per 2-1 il GBC Milano, esattamente com'era successo al termine del campionato precedente.[1]

Stagione

Novità

Nella stagione precedente Treviso, Torino e Caserta sono retrocesse in Serie A2. Il loro posto è stato preso dalle promosse Busto Arsizio, Ginn. Triestina e Barletta.

Aggiornamenti

Treviso viene ripescata al posto di Perugia, che rinuncia al campionato.

Formula

La formula varia di poco: le sedici società vengono divise in due gironi da otto, con partite di andata e ritorno. Le prime quattro di ogni girone si classificano per la Poule finale, le ultime quattro per la Poule recupero. Nella seconda fase, vengono conteggiati anche i risultati della prima, ma non si ripetono gli scontri già disputati. Dopo la stagione regolare, le ultime tre della Poule recupero retrocedono in Serie A2, mentre la prima si gioca il titolo ai play-off contro le prime sette della Poule finale, con quarti, semifinali e finali al meglio di tre gare.

Prima fase

Girone A

Classifica finale 1983-1984 Pt G V P PtF PtS
1. Zolu Vicenza 28 14 14 0 1097 759
2. Bata Roma 22 14 11 3 1173 889
3. Gefidi Trieste 20 14 10 4 1044 966
4. Pepper Spinea 14 14 7 7 1036 912
5. Sisv Viterbo 12 14 6 8 1013 997
6. Welding Parma 10 14 5 9 958 1031
7. Playbasket Barletta 4 14 2 12 994 1066
8. Casa Veneta Treviso 2 14 1 13 792 1315

Girone B

Classifica finale 1983-1984 Pt G V P PtF PtS
1. GBC Milano 28 14 14 0 1207 916
2. Unimoto Cesena 22 14 11 3 1107 978
3. Ibici Busto Arsizio 16 14 8 6 953 969
4. Carisparmio Avellino 16 14 8 6 1001 1038
5. Ginnastica Comense 12 14 6 8 963 918
6. UFO Schio 10 14 5 9 966 1073
7. GGS Pescara 8 14 4 10 967 972
8. Haribo Sesto San Giovanni 0 14 0 14 849 1082

Seconda fase

Poule finale

Classifica finale 1983-1984 Pt G V P PtF PtS
1. GBC Milano 26 14 13 1 1138 910
Scudetto.svg
2. Zolu Vicenza 24 14 12 2 1043 843
3. Bata Roma 18 14 9 5 1090 960
4. Gefidi Trieste 14 14 7 7 1061 1082
5. Pepper Spinea 10 14 5 9 937 999
6. Carisparmio Avellino 10 14 5 9 1005 1114
7. Unimoto Cesena 10 14 5 9 1025 1055
8. Ibici Busto Arsizio 0 14 0 14 869 1122

Poule recupero

Classifica finale 1983-1984 Pt G V P PtF PtS
1. Ginnastica Comense 22 14 11 3 1039 859
2. Sisv Viterbo 22 14 11 3 1052 937
3. UFO Schio 20 14 10 4 1042 969
4. GGS Pescara 16 14 8 6 1035 942
5. Welding Parma 14 14 7 7 1110 1046
1downarrow red.svg
6. Playbasket Barletta 8 14 4 10 1033 1052
1downarrow red.svg
7. Haribo Sesto San Giovanni 8 14 4 10 939 1035
1downarrow red.svg
8. Casa Veneta Treviso 2 14 1 13 810 1102

Terza fase

Playoff

Quarti di finale Semifinali Finale
2 Zolu Vicenza 73 66 68
7 Unimoto Cesena 56 73 56 Zolu Vicenza 84 63
3 Bata Roma 69 67 Bata Roma 68 54
6 Carisparmio Avellino 66 63
Scudetto.svg
Zolu Vicenza 61 74 65
1 GBC Milano 86 83 GBC Milano 66 59 63
1r Ginnastica Comense 75 69 GBC Milano 79 100
4 Gefidi Trieste 79 65 Gefidi Trieste 69 85
5 Pepper Spinea 70 63

Verdetti

Note

  1. ^ Giorgio Viberti, Il terzo scudetto alla Zolu Vicenza, in La Stampa, 29 marzo 1984, p. 23.

Bibliografia

  • Almanacco illustrato del basket 1990, Modena, Panini, 1989, p. 311-312.
Portale Pallacanestro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pallacanestro
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
Serie A1 1983-1984 (pallacanestro femminile)
Listen to this article

This browser is not supported by Wikiwand :(
Wikiwand requires a browser with modern capabilities in order to provide you with the best reading experience.
Please download and use one of the following browsers:

This article was just edited, click to reload
This article has been deleted on Wikipedia (Why?)

Back to homepage

Please click Add in the dialog above
Please click Allow in the top-left corner,
then click Install Now in the dialog
Please click Open in the download dialog,
then click Install
Please click the "Downloads" icon in the Safari toolbar, open the first download in the list,
then click Install
{{::$root.activation.text}}

Install Wikiwand

Install on Chrome Install on Firefox
Don't forget to rate us

Tell your friends about Wikiwand!

Gmail Facebook Twitter Link

Enjoying Wikiwand?

Tell your friends and spread the love:
Share on Gmail Share on Facebook Share on Twitter Share on Buffer

Our magic isn't perfect

You can help our automatic cover photo selection by reporting an unsuitable photo.

This photo is visually disturbing This photo is not a good choice

Thank you for helping!


Your input will affect cover photo selection, along with input from other users.