Sono Sartana, il vostro becchino - Wikiwand
For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for Sono Sartana, il vostro becchino.

Sono Sartana, il vostro becchino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questa voce sull'argomento film western è solo un abbozzo. Contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia. Segui i suggerimenti del progetto di riferimento.
Sono Sartana, il vostro becchino
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1969
Durata100 min
Rapporto2,35 : 1
Generewestern
RegiaAnthony Ascott
SoggettoTito Carpi
SceneggiaturaTito Carpi, Enzo Dell'Aquila
ProduttoreAldo Addobbati, Paolo Moffa
Produttore esecutivoAldo Addobbati, Paolo Moffa
Casa di produzioneSocietà Ambrosiana Cinematografica
Distribuzione in italianoParis Etolie
FotografiaGiovanni Bergamini
MontaggioOrnella Micheli
MusicheVasco, Mancuso
ScenografiaStefano Bulgarelli
CostumiStefano Bulgarelli
TruccoVittorio Biseo
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Sono Sartana, il vostro becchino è un film del 1969 di genere western all'italiana diretto da Giuliano Carnimeo (accreditato come Anthony Ascott)[1] che dirige per la sua prima volta Gianni Garko nel personaggio di Sartana.

Trama

Sartana viene accusato dal direttore della banca di aver rapinato 300.000 dollari e di aver ucciso tutti gli impiegati. Ma in realtà è innocente e, con l'aiuto del ladro Buddy Ben, va in città, evita tutti gli agguati che gli vengono tesi, e scopre i veri colpevoli.

Accoglienza

Il film uscì nelle sale italiane nel novembre 1969[2] ed incassò 328 milioni di Lire[3].

Note

  1. ^ Sono Sartana, il vostro becchino (1969), su Archviodelcinemaitaliano.it. URL consultato il 18 luglio 2020.
  2. ^ Roberto Curti, If You Meet Sartana..., in The Complete Sartana, Arrow Video, 2018, p. 22, FCD1762 / AV154.
  3. ^ Roberto Poppi, Mario Pecorari: Dizionario del cinema italiano: I film Vol. 3, dal 1960 al 1969. Gremese, Rom, 1992, S. 507/508
Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
Sono Sartana, il vostro becchino
Listen to this article