For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for UTET.

UTET

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Unione Tipografico-Editrice Torinese
Logo
Stato
Italia
 
Italia
Fondazione1791 a Torino
Sede principaleMilano
GruppoDe Agostini
SettoreEditoria
Sito webwww.utet.it
Stand UTET al Salone del Libro di Torino
Stand UTET al Salone del Libro di Torino

L'UTET (Unione Tipografico-Editrice Torinese), nata a Torino nel 1791[1], è una casa editrice, tra le più antiche d'Italia. Per oltre duecento anni ha pubblicato opere di cultura e di divulgazione, spaziando dalla letteratura al diritto, dalla medicina all'architettura, dalle scienze naturali a quelle tecniche.

Storia e opere

La casa editrice nasce a Torino nel 1791 dall'attività dei librai fratelli Pomba.

È il figlio di Giovanni, Giuseppe Pomba (1795 – 1876) a trasformare la piccola bottega familiare in un'impresa editoriale tipografica ed a fondare la UTET nel 1854, costituendo la società anonima con l'attuale denominazione Unione Tipografico-Editrice Torinese. L'indirizzo editoriale è già tracciato nella mente di Pomba: le opere enciclopediche e quelle di vasta sintesi nei diversi campi del sapere. Nascono così le prime grandi opere: la Biblioteca popolare, la Storia universale di Cesare Cantù, l'Enciclopedia popolare. Affermatasi definitivamente negli anni trenta del XX secolo con la collana per ragazzi La scala d'oro, anche per merito della vendita rateale attraverso agenzie diffuse su tutto il territorio nazionale, a partire dal dopoguerra la UTET si specializza ulteriormente nelle grandi opere, tra le quali spiccano il Grande dizionario enciclopedico fondato da Pietro Fedele, il Grande dizionario della lingua italiana fondato da Salvatore Battaglia, il Dizionario enciclopedico universale della musica e dei musicisti diretto da Alberto Basso.

Altro rilevante settore quello riservato ai classici, che costituiscono una raccolta amplissima dei testi fondamentali del pensiero umano in tutti i campi, dalla letteratura (italiana, latina, greca) alla filosofia, dal pensiero politico a quello religioso, scientifico, storiografico e pedagogico. Forte di una tradizione editoriale specializzata che risale alla metà dell'Ottocento, la UTET vanta una posizione di rilievo anche nel settore giuridico (riviste specializzate, raccolte di leggi e commentari, manuali universitari, editoria elettronica) e in quello della medicina e delle scienze tecniche. A cavallo tra gli anni ottanta e novanta, la casa editrice attraversa un periodo di forte espansione. Nel 1985 viene costituita la consociata UTET Libreria, nel 1988 nasce UTET Periodici Scientifici e nel 1990 viene acquisita la casa editrice Petrini. Nel 1995, insieme a Messaggerie Italiane, viene acquisita Garzanti Editrice, della quale UTET manterrà poi il pieno controllo nel settore delle vendite rateali (Garzanti Grandi Opere) delle opere linguistiche (Garzanti Linguistica) e della scolastica (Garzanti Scuola).

Nel 2002 la UTET viene acquisita dal gruppo De Agostini, che detiene ancora oggi la proprietà del marchio, ma che ne ha progressivamente svuotato il ricco catalogo. Infatti nel 2005 vengono cedute le attività UTET nel settore del diritto e delle scienze tecniche al gruppo Wolters Kluwer. Nel gennaio 2013 il gruppo De Agostini perfeziona la cessione della partecipazione in UTET alla società FMR Art'è, cedendo cioè il settore delle grandi opere e delle opere di pregio distribuite attraverso il canale della vendita diretta. Nel marzo 2013 vengono cedute anche le attività del settore scienze mediche.

L'attività editoriale a marchio UTET, per quanto riguarda i libri classici e la saggistica, viene invece trasferita a De Agostini Libri, che a partire da maggio 2013 ne cura il rilancio in libreria e nei canali digitali. Nell'ottobre del 2020 viene diffusa la notizia della chiusura del settore grandi opere di UTET[2].

Note

  1. ^ Daniela Schembri Volpe, 365 giornate indimenticabili da vivere a Torino, Newton Compton, 2015. URL consultato il 20 marzo 2018.
  2. ^ È fallita Utet Grandi Opere, storica casa editrice fondata nel 1791 dai fratelli Pomba, su HuffPost Italia, 12 novembre 2020. URL consultato il 6 marzo 2022.

Voci correlate

Altri progetti

Controllo di autoritàVIAF (EN124047963 · ISNI (EN0000 0000 8579 3054 · LCCN (ENn82081579 · BNF (FRcb12148470n (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n82081579
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
UTET
Listen to this article

This browser is not supported by Wikiwand :(
Wikiwand requires a browser with modern capabilities in order to provide you with the best reading experience.
Please download and use one of the following browsers:

This article was just edited, click to reload
This article has been deleted on Wikipedia (Why?)

Back to homepage

Please click Add in the dialog above
Please click Allow in the top-left corner,
then click Install Now in the dialog
Please click Open in the download dialog,
then click Install
Please click the "Downloads" icon in the Safari toolbar, open the first download in the list,
then click Install
{{::$root.activation.text}}

Install Wikiwand

Install on Chrome Install on Firefox
Don't forget to rate us

Tell your friends about Wikiwand!

Gmail Facebook Twitter Link

Enjoying Wikiwand?

Tell your friends and spread the love:
Share on Gmail Share on Facebook Share on Twitter Share on Buffer

Our magic isn't perfect

You can help our automatic cover photo selection by reporting an unsuitable photo.

This photo is visually disturbing This photo is not a good choice

Thank you for helping!


Your input will affect cover photo selection, along with input from other users.