For faster navigation, this Iframe is preloading the Wikiwand page for William D. Foster.

William D. Foster

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questa voce sugli argomenti produttori cinematografici statunitensi e registi statunitensi è solo un abbozzo. Contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia. Segui i suggerimenti del progetto di riferimento.

William D. Foster, o William Foster (1884Los Angeles, 15 aprile 1940), è stato un produttore cinematografico e regista statunitense. È conosciuto anche con il nome Juli Jones Jr.

Fu un pioniere dell'industria cinematografica afroamericana, il primo a creare una compagnia black, la Foster Photoplay Company, fondata a Chicago nel 1910. Fu anche attore e scrittore con lo pseudonimo Juli Jones. Tra le sue altre attività, va ricordata anche quella di agente teatrale per numerose stelle del vaudeville come Bert Williams e George Walker.

Biografia

William Foster iniziò la sua carriera con il nome Juli Jones come giornalista sportivo per il Chicago Defender, un giornale locale afroamericano, scrivendo anche per altre testate. Fu addetto stampa della coppia formata da Bert Williams e George Walker, lavorando come agente e manager per il Pekin Theater di Chicago che, all'epoca, era un locale molto conosciuto di spettacoli di vaudeville[1]. Il lavoro di Foster nel mondo dello spettacolo lo portò a frequentare l'industria cinematografica tanto da indurlo a decidere di fondare lui stesso una propria casa di produzione. Nel 1910, avrebbe creato infatti la Foster Photoplay Company, una compagnia che viene accreditata per essere stata la prima società indipendente formata tutta da afroamericani. Foster diresse The Railroad Porter, una comica del genere di quelle della Keystone, che è il primo black film della storia[2]. Foster aprì la strada ad altri produttori neri come Peter P. Jones con la sua Peter P. Jones Film Company, George Johnson e la Lincoln Motion Picture Company o la Ebony Film Corp.

William D. Foster morì il 15 aprile 1940 a Los Angeles all'età di 55 anni.

Filmografia

Note

  1. ^ Mark A. Reid, Redefining Black Film. Berkley and Los Angeles: University of California Press, 1993, p. 7.
  2. ^ Berry, Torriano and Venise T. Berry. The 50 Most Influential Black Films: A Celebration of African American Talent, Determination, and Creativity. New York: Citadel Press, 2001, 11.
Controllo di autoritàVIAF (EN51312099 · ISNI (EN0000 0001 1641 0192
{{bottomLinkPreText}} {{bottomLinkText}}
William D. Foster
Listen to this article

This browser is not supported by Wikiwand :(
Wikiwand requires a browser with modern capabilities in order to provide you with the best reading experience.
Please download and use one of the following browsers:

This article was just edited, click to reload
This article has been deleted on Wikipedia (Why?)

Back to homepage

Please click Add in the dialog above
Please click Allow in the top-left corner,
then click Install Now in the dialog
Please click Open in the download dialog,
then click Install
Please click the "Downloads" icon in the Safari toolbar, open the first download in the list,
then click Install
{{::$root.activation.text}}

Install Wikiwand

Install on Chrome Install on Firefox
Don't forget to rate us

Tell your friends about Wikiwand!

Gmail Facebook Twitter Link

Enjoying Wikiwand?

Tell your friends and spread the love:
Share on Gmail Share on Facebook Share on Twitter Share on Buffer

Our magic isn't perfect

You can help our automatic cover photo selection by reporting an unsuitable photo.

This photo is visually disturbing This photo is not a good choice

Thank you for helping!


Your input will affect cover photo selection, along with input from other users.